Pro e contro della cucina vegana

Pro e contro della cucina vegana: Se stai valutando l’idea di diventare vegano, o già lo sei, è importante conoscere i pro e i contro che la dieta vegana comporta.

È innegabile che negli ultimi anni tanto il movimento vegetariano quanto quello vegano siano saliti alla ribalta ma, indipendentemente da ciò che può spingere una persona a scegliere di essere vegana (motivi di salute, etici, ambientalisti etc.) è importante conoscere cosa comporta smettere di mangiare carne, uova e latte e tutti i suoi derivati.

Prima di tutto però iniziamo col fare una distinzione che non a tutti è chiara: la dieta vegana non include alcun tipo di prodotto di origine animale mentre la dieta vegetariana sì. La scelta dei vegani è più “estrema” e comporta qualche difficoltà pratica nella vita di tutti i giorni, ad esempio mangiare fuori casa, oppure riuscire ad organizzare cene o ricevimenti indirizzati a chi ha intrapreso questo stile di vita. Negli ultimi anni le cose stanno cambiando rapidamente e il web come sempre corre in aiuto, si può trovare facilmente ormai anche il servizio di catering vegano per eventi per un matrimonio ad esempio, dove possono essere presenti vegani tra ospiti e festeggiati.

Vediamo ora vantaggi e svantaggi della cucina vegana

Conoscere i Pro e contro della cucina vegana

Sicuramente uno dei vantaggi principali della cucina vegana riguarda il basso apporto di grassi saturi e un apporto praticamente nullo di colesterolo. A ciò dobbiamo aggiungere il maggior apporto di fibre, il che aiuta l’intestino, e una maggior assunzione di polifenoli e flavonoidi.

I polifenoli sono sostanze naturali di origine vegetale particolarmente positive per la salute umana in quanto sono antiossidanti, anticangerogene, antiaterogenee (diminuiscono le porbabilità di ictus, trombosi e malattie cardiovascolari), antinfiammatorie e antibatteriche. Per quanto riguarda invece i flavonoidi, questi si contraddistinguono per essere potenti antiossidanti (utili per garantire l’ottimale funzionamento di fegato, sistema immunitario e capillari) e per la loro azione epatoprotettiva.

Contro cucina vegana

Gli svantaggi di una dieta non riguardano la salute ma riguardano altri aspetti della vita. Un problema potrebbe sicuramente riguardare le relazioni sociali, può diventare problematico conciliare il nuovo modo di alimentarsi con quello di amici e familiari che spesso sono diffidenti nei confronti di questa scelta a volte non condivisa.

Come già detto precedentemente un altro problema è sicuramente viaggiare, se è vero che in generale in tutta Europa un vegano può viaggiare tranquillamente senza aver problemi nel trovare prodotti vegani, è anche vero però che uscendo dall’ Europa potrebbe non essere così facile. Pensiamo ad esempio ad alcune zone più o meno sperdute del Sud America o del Sud-Est asiatico.

La minor varietà di alimenti è un altro problema da prendere in considerazione, in particolare per quanto riguarda la vitamina B12, essenziale per il corpo. Questa vitamina, presente soprattutto in carne, pesce, uova, latte e latticini, è fondamentale per la formazione dei globuli rossi di cui promuove la crescita. A questo problema si può tuttavia facilmente rimediare acquistando integratori di vitamina B12.

Ultima difficoltà che i vegani incontrano è riuscire a cucinare senza cadere nella monotonia. Negli ultimi anni però stiamo assistendo ad un significativo aumento di prodotti in commercio per vegetariani e vegani che si associa anche ad un miglioramento della qualità e del gusto di tali prodotti apprezzati anche da chi vegano non è. Ancora una volta il web aiuta offrendo molte ricette adatte a chi ha intrapreso lo stile di vita vegano o vegetariano

Potrebbe interessarti anche: ricette vegetariane

Pro e contro della cucina vegana

Pro e contro della cucina vegana

Buon Appetito!