Pasta e cavolfiore alla napoletana

Pasta e cavolfiore alla napoletana pf button both

Pasta e cavolfiore alla napoletana: il cavolfiore è uno degli ortaggi più odiati in assoluto, ma se si supera la diffidenza iniziale nei confronti dell’odore troppo forte si potrebbe scoprire che in fin dei conti può essere anche particolarmente buono, bastano pochi accorgimenti, e se poi pensiamo che il cavolfiore fa bene (leggi la scheda dei benefici del cavolfiore in fondo a questa pagina) allora potremmo convincerci a mangiarlo anche più spesso….ecco una ricetta tipica napoletana! Spero vi piaccia!
Potrebbero interessarti:  pasta e cavoli gustosa e orecchiette con broccoli

tempo di preparazione:5 min.               tempi di cottura 30 min.

Ingredienti per 4 persone

Cavolfiore gr 300
Aglio spicchi 2
Prezzemolo abbondante
Sale, pepe,
Parmigiano oppure pecorino romano
Pasta mista 150 gr
Olio extravergine di oliva

*****

Come fare pasta e cavolfiore alla napoletana

Fate soffriggere l’aglio nell’olio e levatelo appena imbiondito. Lavate il cavolfiore e riducetelo in pezzi piccoli (con le mani sgranellandolo). Fate insaporire nell’olio a fuoco medio per qualche minuto aggiungete un pizzico di sale.

Pasta e cavolfiore alla napoletana Pasta e cavolfiore

Aggiungete 4 bicchieri d’acqua e fate cuocere per 15-20 minuti fin quando non sarà diventato in parte cremoso. Quasi a fine cottura aggiungete dei pezzi grossi di parmigiano (a Napoli di usa la scorza del parmigiano precedentemente pulita).

Pasta e cavolfiore alla napoletana Pasta e cavolo

Aggiungete nella pentola col cavolfiore anche la pasta (mista) e fate cuocere il tutto secondo il tempo di cottura indicato sulla confezione, se l’acqua non ricorpre la pasta allora aggiungetene un altro po’
Unire la pasta al cavolfiore e portare a cottura finale aggiungendo se necessario un po’ d’acqua conservata.

Pasta e cavolfiore alla napoletana Pasta e cavolfiore alla napoletana 02

La vostra pasta e cavolo alla napoletana è quasi pronta, aggiustate di sale ed aggiungete a fine cottura il prezzemolo e un pò di pecorino grattugiato se piace il contrasto piccante col cavolo dolce, oppure Parmigiano.Ecco pronta la vostra Pasta e cavolfiore alla napoletana, buon appetito!

VINO DA ABBINARE: Colli bolognesi Savignon

In questo blog per gli abbinamenti dei vini ho consultato il più delle volte il sito: http://www.vinacciolo.it/

PROPRIETA’ BENEFICHE DEL CAVOLO 

(Tratto dal sito: http://www.cavolfiori.it/benefici-cavolfiore.cfm )

“Ricco di vitamine e sali minerali, il cavolfiore è un alimento sano ed equilibrato, essenziale in ogni tipo di dieta. Le sue qualità, sia nutritive che officinali, sono conosciute sin dai tempi antichi, molti metodi curativi includevano infatti i cavolfiori, la cui azione terapeutica è stata poi confermata da successive analisi specifiche.

La presenza di Calcio, Potassio, Zolfo, Iodio, Ferro e Fosforo, nonché di vitamine A, B1, B2, C, K, PP e Acido Folico, rende questo ortaggio molto benefico ed energetico.
A basso contenuto calorico, ha infatti solo 25 calorie per 100 grammi, risulta ottimo anche durante le diete dimagranti, ma è consigliabile un uso non frequente per chi ha problemi di colon irritabile, infatti grandi quantità di cavolfiore possono provocare gonfiore e problemi gastrointestinali.

Le azioni benefiche sono innumerevoli, prima di tutte il rafforzamento delle difese immunitarie, vista l’abbondante presenza vitaminica. Recenti ricerche hanno confermato la sua azione positiva contro il colesterolo e l’insorgere del cancro, possono inoltre essere annoverati i suoi poteri antinfiammatori, antiossidanti, antibatterici e antiscorbuto.
Celebre la sua azione rimineralizzante e depurativa, non contiene glutine e può essere tranquillamente consumato anche dai diabetici. La clorofilla contenuta nel cavolo verde rinforza la produzione di emoglobina ed è dunque molto utile a chi soffre di anemia.

Come tutti gli ortaggi, perde parte dei suoi contenuti durante la cottura, è quindi preferibile consumarlo crudo, ad ogni modo la sua acqua di cottura può essere usata a scopi terapeutici, risulta di fatto efficace contro eczemi ed infiammazioni generiche.

Bere o assumere succo di cavolo ha azioni benefiche per l’organismo e in modo particolare:
1 o 2 bicchieri al giorni aiutano l’organismo a combattere l’affaticamento, il diabete, l’influenza, l’anemia, la depressione e il nervosismo.
2 o 3 bicchieri al giorno contro l’ulcera gastrica e la gastrite.
Qualche goccia di succo fresco di cavolo negli occhi aiuta a guarire le irritazioni.
Succo di cavolo con miele, sia ingerito che usato per gargarismi, serve a curare l’afonia.”

Pasta e cavolfiore alla napoletanaPasta e cavolfiore alla napoletana Pasta e cavolfiore alla napoletana